Un grande riconoscimento per la nostra atleta Chiara Consolini, ma anche per il buon lavoro che la nostra società tutta sta portando avanti ormai da diversi anni.

La 29enne guardia biancoverde riceverà infatti il premio come migliore giocatrice italiana della stagione 2016/2017 del premio Reverberi “Oscar del Basket”. Giunto alla sua 32esima edizione il Premio Reverberi-Oscar del Basket può a tutti gli effetti considerarsi la più importante manifestazione in ambito cestistico a livello nazionale. Alla cerimonia di consegna dei premi, in programma lunedì 19 febbraio 2018 a Quattro Castella, sarà presente il “gotha” della pallacanestro italiana e internazionale. Tra gli invitati l’attuale presidente della FIBA, l’argentino Horacio Muratore. Anche Kobe Bryant è stato invitato a partecipare in virtù dei suoi trascorsi cestistici in terra reggiana, e in particolare a Quattro Castella dove l’ex campione dei Lakers ha trascorso alcuni anni della sua adolescenza.

“Sono davvero molto contenta di ricevere questo riconoscimento – commenta Chiara Consolini, reduce tra l’altro dall’ottima prestazione nella partita con la Reyer Venezia – E’ un premio individuale che fa molto piacere, che dà ancora più stimoli per continuare a lavorare e impegnarsi per raggiungere i propri obiettivi, sia personali che di squadra. Grazie davvero a tutti”.

A decretare il successo della giocatrice è stata la Commissione di giuria convocata in Municipio a Quattro Castella (RE), sede del premio fin dalla sua prima edizione nel 1985. A fare gli onori di casa il sindaco Andrea Tagliavini e l’assessore allo sport Danilo Morini. Presenti i rappresentanti delle istituzioni sportive e dei media specializzati locali e nazionali, oltre all’ideatore e patron del Premio, l’ex arbitro internazionale Gian Matteo Sidoli.

Istituita nel 1985 in onore e ricordo del grande arbitro reggiano Pietro Reverberi, recentemente inserito nella Hall of Fame del basket mondiale come uno dei migliori arbitri di tutti i tempi, la manifestazione ha saputo negli anni rinnovarsi diventando un punto di riferimento per atleti, dirigenti, arbitri e semplici appassionati della ‘palla a spicchi’: un momento importante per una rivisitazione della storia del basket, dei suoi personaggi, dei suoi miti e di quei valori umani che da sempre il basket riesce a trasmettere ai suoi tifosi. La presenza tra i premiati dei campioni di un tempo, insieme agli atleti che ancora oggi vanno a canestro, è una caratteristica peculiare del “Premio Reverberi – Oscar del Basket” che ne ha determinato il successo come manifestazione sia in termini di presenza di pubblico, che come riscontro su mass media e riviste specializzate.

L’iniziativa, grazie alla collaborazione della Federazione internazionale, è riconosciuta come l’unica manifestazione in Italia che premia tutte le categorie operanti nel mondo del basket, dagli arbitri ai dirigenti passando per giocatori, giocatrici, allenatori e giornalisti.

Michele Farinaccio, Ufficio stampa Passalacqua Ragusa