Ragusa lotta, gioca un grande basket, e sul parquet di Schio riesce ad avere anche 11 lunghezze di vantaggio, ma alla fine si deve arrendere alle padrone di casa, che restano lucide nel finale di gara e si impongono con il risultato finale di 69-64. Gara1 finale scudetto, dunque, è di marca scledense. Per le biancoverdi di coach Gianni Recupido sicuramente tanto rammarico, ma anche la consapevolezza di potersi giocare la serie ad armi pari. Ci sarà da resettare e da recuperare le energie in vista di gara2, che si giocherà domani 3 maggio alle ore 20,45, sempre con diretta su Sportitalia (ieri, come in gara5 scudetto dello scorso anno, interrotto inspiegabilmente il collegamento nei minuti finali dell’incontro), ancora a Schio. “Peccato perché avevamo fatto bene – commenta coach Gianni Recupido – siamo andati un po’ in tilt in attacco nella seconda parte, bravi loro perché hanno difeso bene ed hanno speculato su alcune nostre pecche, ma noi abbiamo smesso di passarci la palla, siamo caduti in questo errore, che non dobbiamo fare. Abbiamo subito due canestri a fil di sirena, la dobbiamo subito dimenticare e pensare alla prossima. Le ragazze hanno dato tutto, hanno difeso hanno lottato, dobbiamo cercare di non commettere qualche piccolo errore che abbiamo fatto”. Gara3 è in programma al Palaminardi il 7 maggio; eventuale gara4 sarà il 9 maggio ancora a Ragusa ed eventuale gara5 il 12 maggio a Schio.

Michele Farinaccio, Ufficio stampa Passalacqua Ragusa