La Passalacqua spedizioni ricomincia da dove aveva finito nel 2013: conquistando la vittoria numero 11 della stagione, che conferma la squadra di coach Nino Molino al primo posto in classifica insieme a Schio, passata agevolmente in quel di Chieti. Sul parquet di San Martino di Lupari Williams e compagne hanno sempre condotto la partita, arrivando anche sul +17 (37-54) nell’ultimo periodo, anche se c’è da dire che le padrone di casa non hanno mai mollato, e sono rimaste sempre in partita fino all’ultimo.

Ma i valori in campo hanno fatto, anche questa volta, la differenza: la Passalacqua è uscita vincente con il punteggio di 55-64. “Abbiamo controllato bene la partita – dice coach Nino Molino – loro qualche volta si sono avvicinate ma siamo sempre rimasti con un buon margine di sicurezza, poi quando abbiamo raggiunto i 17 di vantaggio il match è praticamente finito. La partita è stata anche un po’ strana per via di qualche fiscalismo di troppo da parte degli arbitri, per il resto è chiaro che, dopo le vacanze, la cosa più importante era quella di riprendere il ritmo. Si arriva infatti da un periodo di inattività, con i rientri delle giocatrici che avvengono in maniera scaglionata. La prima gara dopo le vacanze, di solito è proprio quella che riserva più sorprese ma, fortunatamente, a noi è andata bene. Detto questo, sappiamo bene che in questa seconda parte di campionato non ci saranno partite facili; le squadre sono tutte in lotta per un obiettivo, e tutte stanno cercando di aggiungere giocatrici in organico, dunque siamo preparati a soffrire e questo succederà sia nelle trasferte, così come nelle partite in casa nelle quali affronteremo tutte le più forti”.

Domenica prossima il quintetto ibleo se la vedrà in casa con Chieti nella gara valida come seconda giornata del girone di ritorno, mentre cresce l’attesa per il big-match di mercoledì 22 gennaio quando, alle 20,30, le biancoverdi ospiteranno in casa le campionesse d’Italia di Schio, unica squadra che è stata capace di battere Micovic e socie nel girone d’andata. 

 

Ragusa 06.01.2014

 

Ufficio stampa, Michele Farinaccio, tessera 116320