Ragusa si laurea campione d’inverno e disputerà da prima la final eight di coppa Italia. La vittoria del recupero della nona giornata del girone d’andata con Costa Masnaga ha infatti definito la griglia della prossima competizione che si svolgerà il 6,7 e 8 marzoma ha anche confermato la squadra biancoverde in testa alla classifica del massimo campionato di basket femminile alla vigilia della seconda giornata di ritorno che vedrà Consolini e compagne di scena domenica pomeriggio (palla a due alle ore 15,00) al Paladozza di Bologna. Partita, quella di ieri sera, sempre condotta dalla squadra di casa, che ha visto top scorer la solita Dearica Hamby, autrice di 23 punti, seguita da Nicola Romeo (16), Ashley Walker (11) e Chiara Consolini 10, mentre dall’altra parte le “ragazzine terribili” di Costa Masnaga hanno tenuto botta e sono riuscite a restare in scia quasi per tutta la partita. Alla fine la differenza tecnica e d’esperienza ha fatto pendere l’ago della bilancia in favore della formazione di casa che si è imposta con il punteggio di 81-61. “Era necessario avere un buon approccio con la partita ed avere il piacere di giocare insieme, di giocare aggressivi, di avere entusiasmo – dice coach Gianni Recupido – e devo dire che questa cosa nei primi due quarti si è vista abbastanza, nella seconda metà di gara si è vista invece un po’ meno sia perché avevamo bisogno di coinvolgere tutte dato che nel corso del campionato l’esperienza ci dice che servono tutte, sia risparmiare energie in vista della partita di domenica. Sono tutto sommato contento della prestazione, quindi bene così. Ci aspetta una partita dura che ritengo un passo importante del nostro campionato. In casa Bologna se la gioca con tutte e hanno fatto qualche colpo fuori casa, quindi dovremo stare molto attenti. Siamo campioni d’inverno, un obiettivo che ci eravamo posti e abbiamo raggiunto, ma non abbiamo nessuna coppa in mano. Faccio comunque i complimenti alle ragazze, anche perché su 13 partite di questo girone d’andata ne abbiamo disputate 9 senza una straniera, e dunque grande merito al gruppo che si dimostra un gruppo di livello.  Questo deve essere lo stimolo per proseguire nel girone di ritorno. Ibekwe? I tempi potrebbero un po’ allungarsi: c’è ancora da mettere a posto questa caviglia e non è il caso di forzare e rischiare una recidiva”.

Michele Farinaccio, Ufficio stampa Passalacqua Ragusa