Una Passalacqua Ragusa senza energie mentali e un Famila Wuber Schio con tanta rabbia, che gioca da grande squadra. La rivincita della Coppa Italia è stata servita ieri sera al Palaminardi di Ragusa nel recupero della nona giornata del girone di ritorno del massimo campionato di basket femminile. In campo una sola squadra: la formazione scledense allenata da Miguel Mendez che è partita a razzo ed ha continuato ancora meglio, imponendosi con il punteggio finale di 55-82. Per le ragazze di Lambruschi ora c’è da ricaricare le batterie in vista dell’ultimo impegno di regular season di domenica prossima a Venezia ed in vista degli ormai imminenti playoff. “Complimenti a Schio – dice coach Gianni Lambruschi nel post partita – ma diciamo che questa sera qualunque squadra ci avrebbe messo in crisi, a maggior ragione Schio. La vittoria in Coppa Italia ha un po’ scaricato le batterie delle nostre giocatrici, anche se abbiamo cercato di festeggiare poco, ma sono state proprio le energie mentali che sono venute a mancare. Schio dall’altra parte, specie nella prima parte di gara ci ha preso a schiaffi fisicamente e tecnicamente, non abbiamo saputo contrastarle, eravamo in ritardo in qualsiasi azione, in difesa ed attacco, ed anche se sembrava che fossimo lì a contrastare i tiri, in realtà loro non sentivamo la nostra presenza. Dunque onore alla loro capacità e noi adesso dobbiamo buttarci alle spalle questa partita, cercare di migliorare alcune cose, indipendentemente da quello che abbiamo sbagliato e che di solito non sbagliamo in altre condizioni, e dovremo cercare soprattutto non caricare negativamente questo risultato”. Con gli impegni abbordabili di Lucca e Schio di domenica prossima, che se la vedranno entrambe in casa, rispettivamente con Cagliari e Orvieto, la Passalacqua con una vittoria potrà sperare di terminare la stagione regolare al terzo posto.

Ufficio stampa, Michele Farinaccio