Sconfitta indolore per la Passalacqua spedizioni sul parquet dell’Umana Reyer Venezia. Le aquile biancoverdi restano al terzo posto in classifica in virtù della migliore differenza canestri sulla squadra di coach Liberalotto che questa sera si è imposta per 67-56 mentre al Palaminardi aveva ceduto per 70-49. Gara “molle” nella quale più di una giocatrice era già probabilmente con la testa ai playoff. Nei qua giusto 20 arti di finale, Ragusa se la vedrà con la vincente dell’ottavo di finale tra Parma e Vigarano. “Avrei voluto vedere una reazione diversa dopo la partita con Schio – commenta coach Gianni Lambruschi – e questa reazione c’è stata soltanto 10 minuti e poi per il resto non ho visto quello che speravo. Quella con Schio non l’abbiamo neanche giocata, quella di oggi invece era una partita che non aveva senso, siamo arrivati terzi ugualmente, prendiamo un piccolo lato positivo di quella piccola reazione e adesso concentriamoci sui playoff nei quali dovremo tornare a dare il massimo. L’importante è che stanno tutte bene, anche perché sarebbe stata una beffa se si infortunava anche qualcuno”.

Ufficio stampa, Michele Farinaccio