Ancora una sconfitta per la Passalacqua Ragusa che, ancora una volta con le giocatrici contate, non riesce a spuntarla con Broni che gioca la sua onesta partita e porta a casa i due punti. Per la Passalacqua si tratta della quarta sconfitta nelle ultime cinque partite. Questa volta Recupido, oltre alle solite infortunate (qualche minuto per Hebard, ancora senza allenamenti sulle gambe) deve fare a meno di Taylor, assente per motivi personali. Il tecnico ragusano prova a ruotare le più giovani ma la Passalacqua è molle soprattutto in difesa e Broni ha vita facile. Romeo e compagne si svegliano troppo tardi, soltanto nell’ultima frazione di gioco, quando riescono a completare una rimonta che avrebbe del clamoroso. Ma la formazione lombarda resta lucida e vince meritatamente con il punteggio finale di 71-74.

“Se avessimo vinto avremmo rubato, non avremmo assolutamente meritato la vittoria perché per tre quarti di gara non siamo stati in campo – dice coach Recupido – Non abbiamo difeso ed abbiamo permesso a Broni di fare 44 punti nei primi due quarti e 26 nel solo secondo quarto, così non possiamo giocare a pallacanestro, e anche tutte con tutte le attenuanti del mondo, come le assenze, le energie, tutto quello che si vuole, ma per giocare a basket ci vuole altro. Poi possiamo anche parlare dell’ultima rimessa, ma non si gioca sull’ultima rimessa bensì sull’intera partita dove noi siamo stati vergognosamente assenti. Hebard? Contento del suo rientro ma si tratta di una giocatrice che è guarita dal proprio infortunio ma che non si è ancora praticamente allenata. Ha bisogno di tempo”. Domenica ancora impegno casalingo con Faenza. 

Michele Farinaccio, Ufficio stampa Passalacqua Ragusa